Bce: Draghi Spiega il Rapporto tra Tassi d’Interesse e Riforme Strutturali

990

Il Presidente della Bce, Mario Draghi, ha affermato con forza che tassi d’interesse alti non incentivano le riforme strutturali. Anzi, nel discorso tenuto in occasione della Conferenza “Structural Reforms in the Euro Area”, ha sottolineato che:

“più bassi tassi d’interesse tendono a promuovere le riforme, perchè portano a un miglior contesto macroeconomico. Questo è particolarmente utile per i Paesi che non hanno margini di bilancio per sostenere la domanda”.

Le riforme di cui si parla, però, devono essere accompagnate anzitutto da un adeguamento dei salari; in secondo luogo, da una riduzione dei tempi del sistema giudiziario; infine, da politiche inclusive che dimostrino l’effettiva capacità di “contribuire sia all’efficienza che all’equità” del sistema economico di ciascun Paese.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.