Come difenderci dai cyber-attacchi: consigli per le aziende

0 443

La cyber security è uno degli argomenti più discussi del momento. Moltissime aziende hanno riscontrato difficoltà informatiche negli ultimi anni, dagli attacchi ransomware come WannaCry agli attacchi più specifici come con i DDoS, che vanno a compromettere i server aziendali e governativi. Il costo per le aziende che subiscono questi attacchi è notevole: non solo la perdita di dati sensibili può provocare danni gravi, ma anche il danno puramente economico – e, dunque, la perdita di entrate durante l’attacco o il costo di ripristino dei server e dei dispositivi. Ma cosa può fare un’azienda per difendersi? Scopriamolo insieme.

Il primo punto è sicuramente l’informazione. Affidarsi agli esperti di cyber security è sicuramente fondamentale, ma anche chi lavora internamente all’azienda deve conoscere quali sono i pericoli (dunque i vari tipi di malware, cosa comportano e come si infiltrano sui nostri dispositivi). Anche la condivisione di queste informazioni con tutto il team e anche con i clienti è importante. Se si forma una rete di protezione sarà più difficile per gli hacker lanciare attacchi informatici.

Inoltre è bene proteggere l’intera rete aziendale e i suoi dispositivi, compreso oggetti appartenenti alla categoria IoT, con antivirus e controlli periodici di sicurezza condotti da esperti IT.

Le aziende, che sempre più spesso si rivolgono ad agenzie di cyber security, devono inoltre utilizzare gli strumenti migliori per proteggere i propri dispositivi e la propria rete aziendale. Tra questi troviamo:

  • Antivirus: deve essere sempre aggiornato, con un buon catalogo di una libreria di riconoscimento malware aggiornata, che funga anche da anti-spyware e che sia in grado di proteggere la privacy degli utenti
  • Reti virtuali private: che cosa sono le VPN? Si tratta di un tunnel virtuale in cui connettersi e navigare online senza temere nessun tipo di attacco hacker e il tracciamento dei nostri dati
  • Password e back up: naturalmente un’azienda deve creare delle password forti per proteggere i propri account, non può basarsi su codici personali facilmente hackerabili. Inoltre, come per ogni utente del web, è sempre consigliare effettuare un backup protetto dei propri dati e file essenziali.
  • Aggiornamenti dei sistemi: consigliato anche tenere sempre aggiornato i sistemi operativi e i dispositivi, in modo da garantire le ultime novità in termini di sicurezza web.

Queste sono sicuramente le basi, che garantiscono alle aziende un primo muro di sicurezza contro i più comuni attacchi informatici (spyware, phishing, virus vari). Sono consigli comuni, che possono essere utilizzati anche dai cittadini comuni.

Oltre a tutto ciò è importante che le aziende quando subiscono un attacco hacker si rivolgano non solo al proprio fornitore di servizi e alla propria agenzia di cyber security ma anche alle autorità per creare appunto una rete comune contro i cyber criminali.

Comments
Loading...