Welcome Home: la Rivoluzione delle Locazioni a Medio e Lungo Termine é Made in Italy

0 368

Welcome Home è una realtà 100% made in Italy specializzata nelle locazioni a medio e lungo termine. In seguito al recente round di 1 milione di euro, la società inaugura a settembre due nuove residenze per studenti a Milano e intanto lavora sulla digitalizzazione, tramite un’app che connetterà proprietari, gestori e inquilini. Ci racconta i dettagli di questo progetto il founder, Leonardo Tantone.

Come è nata l’idea di Welcome Home?  Quando avete capito che i tempi erano maturi per il business del “letting and management” in Italia?

Dopo aver studiato e lavorato all’estero – in particolare in UK, Olanda e Belgio – sono arrivato a Milano per lavoro e mi sono subito reso conto della difficoltà di trovare casa. Ho preso in affitto un immobile con due miei amici per condividere spese ed esperienze. L’esperienza di convivenza, nel mio caso, è stata fantastica, purtroppo però la qualità abitativa delle case in locazione a Milano è spesso abbastanza scarsa sia dal punto di vista immobiliare sia per quanto riguarda i servizi annessi.

Da un’analisi di mercato mi resi conto che sarebbe stato vincente offrire dei contratti di locazione più flessibili e una formula ready to use fornendo appartamenti interamente arredati, corredati, con tutte le utenze attive offrendo servizi di manutenzione e pulizia con l’obiettivo di consentire ai potenziali inquilini di entrare in un appartamento e non doversi preoccupare di nulla. Così, esattamente 10 anni fa, decisi di dimettermi da Associate Director dal fondo di investimento in cui lavoravo e fondare, insieme al mio coinquilino di allora, una società che consentisse di offrire un prodotto e dei servizi migliori adattando all’Italia il modello di Letting e Management che avevo visto all’estero.

In Italia, in particolare a Milano, non erano presenti molti operatori professionali in grado di far incontrare domanda e offerta di immobili, ma anche di rispondere alle mutate esigenze di affittuari e proprietari, due pubblici diversi ma che cercano affidabilità, efficienza e una gestione senza pensieri. Welcome Home è la risposta a questo: ci occupiamo della gestione completa degli immobili residenziali in locazione per medi e lunghi periodi, offrendo un servizio a 360° per i proprietari e per gli inquilini; garantiamo un ottimo livello di accoglienza grazie ai nostri servizi ed interventi di ristrutturazione e manutenzione.

La proposta di Welcome Home assicura il canone di locazione mensile, anche se l’appartamento è sfitto o l’inquilino non paga. Come riuscite a dare queste garanzie?

Per quanto riguarda il rischio di insolvenza analizziamo la capacità reddituale degli inquilini assegnando agli stessi un credit score secondo un modello interno di analisi integrando eventualmente la loro capacità reddituale con terzi garanti. Statisticamente siamo riusciti negli anni a limitare il rischio insolvenza a meno dell’1% diversificando il rischio su tanti in inquilini cosa che per i singoli proprietari ovviamente è molto più difficile da realizzare. Per quanto riguarda invece il rischio di vacancy l’obiettivo è di promuovere in tempo le unità immobiliari non appena riceviamo disdetta facendo leva non solo sui canali classici di locazione ma soprattutto utilizzando la nostra community di utenti.

Come si svilupperà il progetto di digitalizzazione che state avviando? Che vantaggi avrà per l’utente finale?

Da un lato stiamo lavorando al rilascio, entro la fine del 2023, dell’ App Welcome Home che consentirà di interconnettere proprietari, gestore e inquilini al fine di digitalizzare l’intero processo dalla prenotazione dell’appartamento on-line: dal virtual tour alla firma del contratto con relativa registrazione automatica e telematica, alle richieste di eventuali manutenzioni, dalla condivisione di informazioni e supporto, fino alle schedule del check-out e relative pulizie, tutto sarà disponibile con un semplice click.

Dall’altro lato sfrutteremo appieno le potenzialità di Affitti per chi ha fretta, la nostra community di oltre 2000 inquilini in cerca di appartamenti e opportunità di co-living nelle città di Milano, per creare un vero e proprio social di proprietà Welcome Home dove fare incontrare domanda e offerta di case e stanze in affitto principalmente tra privati e facilitando il co-living. La Community consentirà ai suoi utenti di trovare il coinquilino perfetto proponendo possibili candidati con i quali si condividono gusti, interessi e stile di vita e offrirà ai proprietari dei servizi di certificazioni al fine di rendere facilmente e legalmente locabile il loro immobile.

L’obiettivo del piano industriale 2023-2025 è quello di raggiungere i 10 milioni di fatturato e 2.000 soluzioni immobiliari in gestione. Quali sono le strategie che ritenete vi consentiranno di raggiungere questo obiettivo?

Le strategie di sviluppo si basano su 3 pilastri.

  1. Online cerchiamo di intercettare tutti coloro che hanno magari ereditato un appartamento e par vari motivi non hanno il tempo e la possibilità di gestirli. Questa tipologia di proprietari non trova nelle agenzie immobiliari classiche un supporto a 360 gradi in quanto queste ultime si occupano principalmente di trovare un inquilino. Il nostro supporto invece spazia dalla valutazione delle migliorie possibili dell’appartamento, al successivo nostro intervento per piccoli o grandi lavori di ristrutturazione e arredo dove riusciamo ad anticipare i relativi costi necessari. Inoltre garantire loro un reddito fisso sia se l’inquilino non paga sia se l’appartamento rimane vuoto li rende più sereni nell’affidare a terzi il loro patrimonio immobiliare.
  2. Collaborazioni con varie società immobiliari che hanno vari appartamenti di proprietà e che man mano che si libera ci contattano per supportarli in varie fasi della gestione del loro patrimonio integrando i nostri servizi con le loro strutture di gestione.
  3. Ultimo ma non di minor importanza è il passaparola derivante dai tanti proprietari soddisfatti del nostro operato che consigliano la nostra gestione a loro amici e conoscenti.
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.