Successo Imprenditoriale al Centro del Libro di Sonia Canal

0 160

Partner d’Impresa è un network di oltre 200 commercialisti, avvocati, consulenti del lavoro, specialisti in finanza agevolata, sicurezza sul lavoro ed esperti in privacy. Nasce con l’obiettivo di creare un unico interlocutore aziendale a disposizione dell’imprenditore per fornirgli una visione di insieme delle soluzioni personalizzate più idonee alla gestione aziendale. Sonia Canal, Chief Operations Officer del gruppo, ha di recente pubblicato il libro “Da Utili a Patrimonio”, un manuale agile che intende fornire alcuni suggerimenti pratici, pronti all’uso, per apprendere le prime nozioni di cultura finanziaria aziendale; utili anche a porre le domande giuste a eventuali professionisti esterni che danno supporto nella gestione aziendale. I temi del libro saranno trattati e approfonditi in occasione dell’evento di formazione “Da utili a Patrimonio” previsto per l’11 marzo a Bologna.

Da Utili a Patrimonio è un libro dedicato principalmente ai piccoli imprenditori. Quanto impatta la poca cultura aziendale sul benessere finanziario delle aziende italiane?

L’Italia è un paese straordinario, che ha dato vita a grandi innovazioni, grandi prodotti e grandi aziende. Con Partner d’Impresa ogni giorno entriamo in contatto con centinaia di imprese e non finiamo mai di meravigliarci per la qualità, la fantasia e la passione che vengono messe in campo dagli imprenditori. Il nostro lavoro è entusiasmante anche per questo, perché è una continua scoperta dell’eccellenza. E’ anche vero che spesso questa grande qualità, che ci riconosce tutto il mondo, fa fatica a emergere. Qualcuno incolpa la tassazione elevata. Certo, questo aspetto non sempre favorisce le imprese, eppure noi crediamo che il vero motivo sia un altro.

La ricerca spasmodica della qualità e l’attenzione che viene messa al 100% sul “fare”, spesso si rivela un’arma a doppio taglio, in quanto distoglie l’imprenditore da aspetti strategici e di gestione d’impresa che nulla hanno a che fare con la qualità, ma che sono al pari determinanti per il successo d’impresa.

Controllo dei numeri, pianificazione a lungo termine e monitoraggio costante delle performance sono i principali elementi che mancano alle imprese per poter davvero esprimere al meglio il proprio potenziale. In un mercato globalizzato, per riuscire davvero a emergere, diventa quindi indispensabile costruire una cultura d’impresa che consideri anche questi aspetti strategici di primaria importanza, senza ovviamente dimenticare la qualità che da sempre ci contraddistingue.

Quali sono in particolare le difficoltà che incontrate come consulenti quando vi interfacciate con gli imprenditori?

Fare una classifica delle difficoltà basandosi su aspetti tecnici sarebbe complesso perché ogni realtà ha le sue dinamiche. Elenco 3 tipi di approccio alla gestione d’impresa che come consulenti dobbiamo scardinare in prima battuta per poter poi svolgere un lavoro davvero efficace:

  1. Sradicare il pensiero dell’ “abbiamo sempre fatto così”: In un’economia che sta cambiando ogni giorno alla velocità della luce, è impensabile restare ancorati ai paradigmi del passato. Operare con modelli operativi obsoleti rende l’impresa estremamente vulnerabile. E’ necessario sviluppare nuovi metodi di gestione e soprattutto dedicare la massima attenzione alla formazione, che non deve limitarsi a corsi per i collaboratori, ma deve partire dal cuore pulsante dell’azienda, che è appunto il titolare. Non puoi innovare, non puoi stare al passo con i tempi se non ti formi.
  2. Comunicazione, condivisione ed entusiasmo: Le realtà molto piccole spesso hanno un titolare che si trova a dover gestire mille attività da solo e non sempre ha un team affiatato e motivato a sostenerlo. Le realtà più grandi spesso operano a compartimenti stagni e non comunicano tra loro. In Partner d’Impresa, invece, crediamo nel fatto che il successo passi attraverso una comunicazione efficace, nella capacità di entusiasmarsi come gruppo, nell’andare verso un obiettivo comune. Questo è uno dei primi punti su cui lavoriamo e anche il vero motivo per cui nasce Partner d’Impresa. Abbiamo deciso di unire diversi professionisti, ciascuno con il suo specifico ambito di specializzazione e con il suo bagaglio di esperienze, per dare alle imprese un interlocutore unico a cui rivolgersi per realizzare progetti e obiettivi. Commercialisti, avvocati, consulenti del lavoro, esperti in privacy e sicurezza e finanza agevolata, che dialogano costantemente tra loro per aiutare l’imprenditore a raggiungere grandi traguardi.
  3. Mancanza di controllo: Questo è un aspetto che abbiamo già anticipato prima. Abbiamo notato che spesso le aziende che hanno maggiori difficoltà sono accomunate da un aspetto specifico. Non hanno una bussola che gli permette di comprendere se stanno andando nella direzione giusta, ma vanno un po’ a “sentimento”. Questa bussola sono i numeri. Se non hai un sistema di monitoraggio delle performance, se non attui un controllo di gestione efficace, se aspetti il bilancio di fine anno per capire se hai fatto bene oppure no, sappi che è come se stessi guidando bendato in autostrada. Spesso, quindi, come consulenti prima di andare a lavorare su programmi e strategie, diventa necessario andare a recuperare i numeri e le statistiche e al tempo stesso costruire una cultura d’impresa che si basa sul monitoraggio costante delle performance.

Il libro approccia con un linguaggio chiaro, con l’obiettivo spiegare all’imprenditore  nomenclature, concetti e informazioni di panoramica generale, affinché possa  fare le domande più giuste ai propri consulenti. Questa presa di consapevolezza da parte dell’imprenditore secondo voi è fondamentale rispetto all’affidarsi completamente? Perché?

Un proverbio dice “Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita.” Noi crediamo che per poter dare un risultato stabile e duraturo sia necessario coinvolgere l’imprenditore nella costruzione della strategia di sviluppo. Senza approfondire aspetti eccessivamente tecnici, diventa indispensabile che sia consapevole di quanto viene fatto dal professionista, del motivo per cui lo fa, del risultato che ci si aspetta da quella specifica azione e da quali azioni seguiranno. Il successo di un’azienda, come dicevamo prima, è un processo costruito sul dialogo e sulla condivisione. Noi partiamo sempre da un punto A, la situazione attuale in cui versa l’azienda, e definiamo il punto B assieme all’imprenditore (i suoi obiettivi) e poi tracciamo assieme il percorso migliore per condurlo da A a B, spiegando passo passo cosa va fatto, perché va fatto e quanto manca all’ obiettivo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.